MOBILE

TABLET

DESKTOP

LARGE DESKTOP

Come arrivare

Puoi arrivare a Cagliari in aereo, in traghetto, in treno o in macchina. Qua ti presentiamo un elenco aggiornato di collegamenti per raggiungere la città.

  • Collegamenti aerei (voli diretti)

Ryanair

  • Belgio: Bruxelles Charleroi
  • Francia: Parigi Beauvais
  • Germania: Düsseldorf Weeze, Francoforte Hahn
  • Italia: Bari, Bologna, Catania, Cuneo, Milano Bergamo, Parma, Pisa, Roma Ciampino, Trapani, Treviso, Verona
  • Polonia: Cracovia, Varsavia Modlin
  • Regno Unito: Londra Stansted
  • Spagna: Barcellona Girona, Madrid 

Easyjet

  • Francia: Nizza, Parigi Orly
  • Germania: Berlino Schoenefeld
  • Italia: Milano Malpensa, Napoli
  • Regno Unito: Londra Stansted
  • Svizzera: Basilea, Ginevra

Tuifly

  • Francia: Deauville, Lille, Metz, Nantes, Parigi Charles De Gaulle, Strasburgo

Vueling

  • Spagna: Barcellona El Prat 

Iberia Express

  • Spagna: Madrid

Volotea

  • Italia: Ancona, Catania, Genova, Napoli, Torino, Venezia, Verona
  • Francia: Nantes, Tolosa

Smart Wings / Travelservice

  • Repubblica Ceca: Praga 

Luxair

  • Lussemburgo: Lussemburgo

Darwin airline

  • Svizzera: Ginevra, Lugano

Eurowings

  • Germania: Amburgo, Berlino Tegel, Colonia, Düsseldorf International, Hannover, Monaco, Stoccarda

Lufthansa

  • Germania: Francoforte, Monaco

Alitalia

  • Italia: Roma Fiumicino, Milano Linate, Napoli

Meridiana

  • Francia: Marsiglia
  • Italia: Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Torino, Verona

British Airways

  • Regno Unito: Londra Gatwick

KLM

  • Olanda: Amsterdam

Skywork

  • Svizzera: Berna

Condor

  • Germania: Francoforte

Etihad Regional

  • Svizzera: Ginevra, Lugano

SAS

  • Svezia: Stoccolma

El Al / Sun D'Or Airlines

  • Israele: Tel Aviv

Austrian Airlines

  • Austria: Vienna

Edelweiss

  • Svizzera: Zurigo

MistraL Air

  • Italia: Firenze, Perugia, Pescara

Neos

  • Italia: Milano Malpensa, Verona

 

  • Collegamenti marittimi

Se preferisci viaggiare in nave, puoi arrivare qui a Cagliari grazie alla Tirrenia.

  • Napoli
  • Sicilia: Palermo, Trapani
  • Roma: Civitavecchia

  • Collegamenti ferroviari

Potete raggiungere Cagliari in treno, da tutte le località della Sardegna, tramite FS Trenitalia.

  • Trasporto urbano ed extraurbano

L'azienda di trasporti ARST offre un collegamento da e verso Cagliari in tutta la Sardegna.

Il tragitto dal porto e dalla stazione ferroviaria fino alla scuola, può essere facilmente percorso a piedi in 5 minuti: percorrendo via Roma fino ad arrivare a viale Regina Margherita 6 (di fronte a piazza Amendola sotto la scalinata).

  • Servizio di Transfer

Una volta arrivato a Cagliari, potrai usufruire del servizio di Transfer (dall'aeroporto all'alloggio e viceversa) offerto dalla scuola, alla tariffa di 30 € per tratta. Per prenotarlo dovrai richiederlo alla segreteria al momento dell'iscrizione. Prima della tua partenza per la Sardegna, riceverai informazioni dettagliate sulle modalità del servizio.

Cagliari

Cagliari è il principale centro della Sardegna ed è un po' come la capitale di quest'isola-continente, con ritmi e tradizioni uniche, tutte sue. La nostra scuola si trova all'inizio del suo centro storico, in Via Roma e rappresenta il punto di partenza ideale per scoprire la città.

  • Il centro storico di Cagliari. Puoi cominciare la tua esplorazione perdendoti nella rete di vicoli e stradine strette del quartiere della Marina, un crocevia di culture, di colori, di piccoli negozi e laboratori artigianali. La Marina, antico borgo di marinai e pescatori, è sicuramente uno dei cuori pulsanti di Cagliari e racconta il forte legame della città con il mare. Da qua, potrai addentrarti nei quartieri di Stampace e Villanova alla ricerca di rovine romane, torri, mura, musei, chiese e gallerie, per poi salire fino alla parte alta del centro storico, il quartiere di Castello. Costruito su un colle, questo reticolo di strade strette e viste panoramiche sulla città, ti offrirà lo spettacolo di Cagliari dall'alto, del blu del cielo che si fonde con quello del mare e della luce inconfondibile del Mediterraneo.
  • Oasi naturali, spiagge e sette colli. Cagliari significa storia ma anche natura. Protagonisti assoluti sono gli stormi di fenicotteri rosa delle oasi naturalistiche e del parco del Molentargius, che puoi visitare a piedi o noleggiando una bici. Poi sole, ombrelloni colorati, chioschetti che offrono bibite refrigeranti o piatti di pesce: il Poetto è questo e molto altro. Conosciuta come spiaggia della città e lunga circa 7 km è un luogo che ti consigliamo di visitare, per almeno due motivi: offre un lungomare davvero suggestivo ed è uno dei posti più adatti per fare amicizia con i cagliaritani, gli abitanti della città. E quando vuoi sentirti il re del mondo e respirare a pieni polmoni la bellezza della città, puoi scegliere di ammirarne il panorama dall'alto. Lo sapevi che Cagliari, come Roma e Instambul, è costruita su sette colli? A questo proposito ti consigliamo di fare una passeggiata a Monte Urpinu o, se ti senti un po' più sportivo, di intraprendere un breve percorso di trekking e raggiungere la cima della Sella del Diavolo, il colle che dà sul mare. La fatica verrà ricompensata da un panorama suggestivo, rigenerante, che farà volare via i pensieri e rimetterà le cose belle della vita in prospettiva.
  • Piatti buoni e cibi curiosi. È difficile non tornare a casa felici e soddisfatti dall'ottima cucina locale. È genuina, saporita, si compone di ingredienti semplici ma di grande valore. Tra i piatti imperdibili trovi i malloreddus alla campidanese e gli spaghetti ai ricci, due modi locali di interpretare la pasta. I malloreddus sono piccoli gnocchi di farina di grano duro, abbinati a un sugo di pomodoro con salsiccia fresca e zafferano. Gli spaghetti con i ricci, invece, sono una di quelle combinazioni di pasta e pesce capaci di regalare un tocco e un profumo di mare davvero unici. Se poi ti piace sperimentare, troverai sparsi per la città chioschi bianchi che, nei mesi di racolta, ti proporranno interi vassoi di ricci e un bicchiere di Vermentino in abbinamento: una delle prelibatezze preferite dai cagliaritani. Per qualcosa di più particolare, invece, ti consigliamo di assaggiare Sa Burrida e Sa Cassola; la prima è una specialità cagliaritana a base di un pesce chiamato gattuccio di mare, diviso in tranci e cotto con una salsa a base del suo stesso fegato, olio, aglio, pangrattato, pinoli e noci. Sa Cassola è invece, una zuppa di pesce proposta secondo un'antica ricetta cagliaritana. In una parola? Squisita!
  • E quando tramonta il sole? La sera ideale si conclude con un aperitivo in uno dei tanti bar del centro storico e con la scoperta di un nuovo volto di questa città dall'animo mediterraneo: quello delle sue notti frizzanti, della musica nei chioschi in spiaggia o dei numerosi eventi organizzati dalla città: concertini jazz, spettacoli di lirica e teatro, mercatini, rassegne letterarie e molto altro.
La Sardegna

La Sardegna è una terra ricca di luoghi incantevoli ancora meravigliosamente custoditi. Si trova nel mezzo del mar Mediterraneo e, grazie a questa posizione favorevole, gode di un clima mite tutto l'anno. È la meta ideale per costruire una vacanza su misura per te, in base ai tuoi desideri.

I villaggi del tempo perduto
Oltre alle principali città sarde, come Cagliari, Iglesias, Sassari, Nuoro e Oristano, troverai una rete di piccoli borghi di assoluta bellezza. Alcuni si affacciano sul mare, come Bosa o Castelsardo, altri appartengono a un'identità catalana o genovese, come Alghero e Carloforte, altri ancora raccontano semplicemente una storia di tempi perduti, di tempi di montagna e di silenzio. L'entroterra dell'isola ti permetterà di immergerti in una ragnatela di ambienti montani e urbani, incastonati gli uni sugli altri, come se si appartenessero da sempre. Qua potrai dimenticare per un po' la fretta e avvertire sulla pelle la sensazione delle cose di una volta.

La montagna
L'identità sarda ha sempre avuto una relazione difficile con il mare e si è costruita soprattutto in ambienti interni. Qua la montagna trionfa, è la vera regina del paesaggio sardo e pur non raggiungendo vette superiori ai 1.834 metri di Punta la Marmora, nel Gennargentu, ha in sé un'atmosfera un po' magica, un po' misteriosa e una popolazione di fauna e flora che vive tra vette maestose e panorami grandiosi. Per gli amanti del trekking esistono percorsi di particolare suggestione, tra cui il "selvaggio blu", che permette di immergersi completamente nella natura e che ha il pregio di farti vivere la montagna con un'occhio sempre rivolto al mare, al suo immenso blu.

Specie autoctone: gli animali che non ti aspetti
Se sarai fortunato potrai avvistare alcune delle specie autoctone dell'isola, come il muflone sardo. In alternativa potrai recarti a vedere con i tuoi occhi i cavallini nani dell'altipiano della Giara, una specie di cavalli di dimensioni ridotte e di antichissima origine, ammirabile oggi nei pochi esemplari rimasti. Nella straordinaria isola dell'Asinara, inoltre, potrai ammirare gli asinelli albini, dal pelo bianco e candido, incorniciati da uno scenario meraviglioso, tra i fondali più suggestivi d'Europa e un carcere ormai in disuso che ha fatto la storia di Italia.

Mare, fondali, spettacoli di silenzio e magia
Lo sappiamo bene, se vieni in Sardegna vuoi vedere il mare e in questo caso non hai che l'imbarazzo della scelta! Puoi esplorare una tra le tantissime spiagge dell'isola e difficilmente rimarrai deluso. Troverai spiagge con fondale basso, con la sabbia rosa o a forma di chicchi di riso. Troverai archi naturali, come quello di S'Archittu, e rocce a forma di orso o di elefante nel nord Sardegna. Il mare potrai ammirarlo, ringraziarlo, viverlo da lontano o da vicino, perderti nei colori dei suoi tramonti o immergerti nelle sue acque grazie a una delle tante scuole di snorkelling e immersioni sparse per l'isola.

Patrimoni storici di torri, antiche città e giganti
Tra laghi, colline e altipiani incontrerai, sparsi per tutta la Sardegna, i nuraghe, antichissime costruzioni di forma conica, risalenti al II millennio a.C. Se non vuoi limitarti all'avvistamento spontaneo di queste strutture puoi recarti al sito nuragico di Barumini, patrimonio dell'UNESCO e conoscere meglio il passato remoto di quest'isola. Siti archeologici particolarmente interessanti sono anche Nora e Tharros, di origine fenicio, punica e romana, testimonianza di una Sardegna antica e ricca di meraviglie. Imperdibile poi una gita al museo civico di Cabras o al museo archeologico nazionale di Cagliari, perché è in questi due luoghi che potrai ammirare tutta la spettacolare bellezza dei Giganti di Monte Prama, delle antichissime statue di grandi dimensioni, in grado, con  il loro volto impassibile e misterioso, di far nascere mille domande sul passato.

Questi saranno sono alcuni dei volti della Sardegna che incontrerai. Gli altri non li trovi scritti qua perché saranno solo tuoi, unici e personali; saranno esperienze di vita in questo piccolo mondo di ospitalità, sorrisi e facce amiche.